Marchi
blank
blank
blank

Le colline del Prosecco sono patrimonio dell’Unesco

08 Lug 2019

Un verdetto atteso da anni, in una calda domenica di luglio, che incorona le splendide terre da cui proviene il Prosecco con oltre 140 anni di storia e i 97 chilometri quadrati di declivi vitati e di borghi rurali come il 55° sito italiano iscritto nella lista dell’Unesco.

Durante la 43° sessione dell'Unesco in corso a Baku, in Azerbaijan, il World Heritage Committee, composto da rappresentanze di 21 Stati che hanno il compito di valutare le candidature, hanno decretato che le colline venete di Conegliano e Valdobbiadene sono patrimonio mondiale dell’umanità. Promosse a pieni voti, e con delibera unanime.

In questo territorio negli anni '60 è nata la prima strada d’Italia dedicata al vino, grazie al clima e a un terreno in cui 250 milioni di anni fa emerse dal mare una barriera corallina. Una terra dalla quale prende vita uno dei prodotti che più caratterizza l’eccellenza del nostro made in Italy.

L’intera penisola brinda al riconoscimento del valore unico di Conegliano e Valdobbiadene, decisione che celebra il valore universale di un paesaggio culturale e agricolo, risultato di una straordinaria e sapiente interazione tra un'attività produttiva di eccellenza e la natura di un territorio affascinante.

Noi di Serena Wines 1881 siamo molto orgogliosi di far parte di questo territorio e di poter celebrare questo storico ed indimenticabile momento!

7 luglio, Conegliano Valdobbiadene